Fustellificio Cozza 4 2 US Isola Fustal
Giovedì 20 Novembre 2014 | 21:00
Campo - "Avanzi" campo 1 - via Gioia, Verona
QUINTA GIORNATA
Commenti
  • MISTER "X" 21 novembre 2014 at 9:26

    OCEANO IN BURRASCA!

    Affonda la nave Isolana nella “burrascosa” serata veronese. Dopo 2 vittorie consecutive arriva una meritata sconfitta. Una nottata negativa dove nessuno merita la suficienza. Partiti come molluschi, col passare dei minuti i giocatori rossoblu si fossilizzano e diventano dei crostacei statici e brutti da vedere. 4 i colpi di cannone inflitti dal Fustellificio Cozza, che merita ampiamente la vittoria contro una squadra che ha rinunciato fin dall’inizio a giocare.

    LE PAGELLE
    RICHY voto 5,5
    Anche se poteva fare poco sui gol subiti, non ha dimostrato il carisma delle partite precedenti e si è fatto infilzare come gamberi e seppie in 4 bei spiedini.

    NENE voto 5,0
    Data la sua pluriennale esperienza, poteva essere la sua serata, invece crolla sotto i colpi di pinna dei modesti avversari che però come sardine si muovono bene in campo e con coordinazione.

    COCCHETTO voto 4,5
    Da pilastro della difesa che gli aveva fatto conquistare il posto da titolare, ad alga insipida che fluttua nell’acqua e che sta a guardare inerme la velocità dei pesci che gli nuotano affianco.

    MATTEO voto 4,5
    L’oceano è molto grande e un pesce di piccole dimensioni perde facilmente l’orientamento. Spaesato e sempre fuori posizione non trova mai il momento giusto di entrare in partita. Ancora immaturo per affrontare il grande salto nel blu.

    IGOR voto 5,5
    Un po migliorato soprattutto in fase difensiva rispetto alle partite precedenti, ma deve ancora trovare la condizione migliore e il giusto assetto in campo. Attendiamo che il pesciolino diventi squalo!

    BENDA voto s.v.
    Troppo pochi i minuti giocati per meritarsi un voto. EMBRIONE

    PICCHIO voto 5,5
    Sottovalutato nella scelta tecnica, avrebbe meritato più spazio. In una partita dove doveva prevalere la velocità, la sua stazza da balenottera oceanica ha fatto vedere che il fisico non è così importante e nei pochi minuti giocati è l’unico che si da da fare in difesa. Non meriterebbe l’insufficienza, ma quando la barca affonda, affonda con tutto il suo equipaggio.

    ABU voto 5,5
    L’impegno c’è, ma il vento di libeccio che muove le onde è troppo forte anche per lui. Parte dalla panchina e sta a osservare i suoi compagni che come nelle migrazioni di tartarughe vanno a rilento. Quando entra in campo sebbene poco cercato dai compagni non è quasi mai incisivo, e si scontra quasi sempre sugli scogli della difesa veronese raccogliendo solo cozze e vongole.

    GREZ voto 5,0
    Stavolta il granchio non punge. Sembra avere le chele chiuse da un elastico che cerca invano di rompere. Inizia la gara e lui non si accorge che gli altri stanno giocando. Dopo un primo tempo incolore, fa vedere qualcosa di più nella ripresa, ma nel complesso è più che altro un granchio stufato e spolpato.

    MATTIA voto 4,5
    Se nei match precedenti era sempre stato tra i migliori in campo, il capitano della ciurma dovrà ritornare con i piedi per terra e ritrovare quell’umiltà e generosità che lo caratterizzano e gli hanno insignito la fascia e l’onoreficenza del leader. Poco dinamico e a tratti nervoso, tanto che prima della fine della partita con vigliaccheria abbandona la nave ormai ridotta in brandelli e lascia la truppa priva del suo Capitano. SCHETTINO

  • Lascia un commento
    You must be logged in to comment. Accedi